PRODUZIONEPIEMONTESE
Perchè l'origine di un prodotto conta molto sulla qualità
Vai ai contenuti

Menu principale:

Regolamento d uso

REGOLAMENTO D’USO DEL MARCHIO COLLETTIVO
" Produzione Piemontese "



1 - Concessione del marchio
a) il Sindacato Indipendente Piccoli Lavoratori Autonomi concede in uso il marchio ai propri sostenitori che operano sul territorio nazionale, nel rispetto di quanto previsto dal presente Regolamento d’Uso, soddisfatte le condizioni previste dall'annesso Statuto del Marchio e in particolare quelle indicate dall'articolo 9;
b) la licenza d'uso del marchio è concessa solo ai soci sostenitori, fermo restando la possibilità da parte del Sindacato Indipendente Piccoli Lavoratori Autonomi di verificare il pagamento della quota annuale.
2 - Estinzione del diritto dell’uso del marchio e pubblicità
a) la perdita anche di uno solo dei requisiti soggettivi ed oggettivi di cui al precedente punto 1 comporta l'immediata estinzione del diritto all'uso del marchio;
b) il Sindacato Indipendente Piccoli Lavoratori Autonomi , su proposta della Commissione di Garanzia, deve dare pubblicità della perdita del diritto d'uso del marchio nei modi e nei termini stabiliti dal presente Regolamento d’Uso.
3 - Controlli
il corretto uso del marchio e il rispetto del presente Regolamento d’Uso sono soggetti al controllo del Sindacato Indipendente Piccoli Lavoratori Autonomi e della Commissione di Garanzia, che potranno effettuare, nel rispetto della legge, indagini e verifiche atte al conseguimento di tutte le informazioni utili a verificarne il corretto utilizzo.
4 - Sanzioni
il Sindacato Indipendente Piccoli Lavoratori Autonomi , acquisito il parere della Commissione di Garanzia, può applicare le seguenti sanzioni:
a) diffida: nel caso di atti di lieve entità, che rilevino buona fede da parte dell'utilizzatore e che non comportino maggiori gravi danni all'immagine del marchio stesso;
b) censura: nel caso di atti più gravi su cui non sia certa o comprovabile la buona fede, nei casi in cui sussista, a seguito del comportamento degli utilizzatori, un certo rischio di concreta compromissione della corretta immagine del marchio;
c) revoca: nel caso di gravissimi comportamenti contrari al Regolamento d’Uso e o all'immagine del marchio, nonché nel caso di reiterate minori sanzioni che denotino il perdurare di comportamenti scorretti;
d) penale: pari a euro duecento per ogni settimana decorrente dal termine intimato per la dismissione del marchio, comunicato nel dispositivo di revoca di cui al precedente punto c;
e) obbligo di pubblicazione del provvedimento a spese del soggetto sanzionato tramite trafiletto di stampa su quotidiano a tiratura nazionale, in specifiche modalità.
In caso di inadempienza da parte del socio nei riguardi della sanzione ricevuta vale quanto previsto dall'articolo 10 dell’annesso Statuto del Marchio.
5 - Uso del marchio
a) i soci sostenitori per essere autorizzati all'uso del marchio devono sottoscrivere, per formale accettazione, senza riserve o limitazioni, ogni clausola del presente Regolamento d’Uso. Quindi potranno usare il marchio secondo le norme stabilite dallo stesso su vetrofanie, autoadesivi, biglietti da visita, espositori per i prezzi di vendita, banner, propri siti web, materiale di propria produzione, carta da lettere, cataloghi, depliant, insegne e pubblicità televisiva, telematica, in fiere, esposizioni e manifestazioni, confezioni dei prodotti rispettanti il presente Regolamento d’Uso;
b) le modalità d'uso del marchio permesse ai soci sostenitori sono contestualmente approvate da ogni socio sostenitore al momento della propria iscrizione al Sindacato Indipendente Piccoli Lavoratori Autonomi ;
c) il marchio deve essere usato in modo tale da non essere confuso assimilato o sovrapposto rispetto ad altri marchi o alla denominazione sociale dall'azienda utilizzatrice. Il marchio può essere concesso e deve conseguentemente essere utilizzato solo per quelle merci o iniziative realizzate nel pieno rispetto delle norme contenute nel presente Regolamento d’Uso, nell'annesso Statuto del Marchio e nel rispetto dei valori richiamati dallo Statuto Associativo del Sindacato Indipendente Piccoli Lavoratori Autonomi , nonché delle vigenti normative italiane e comunitarie.
6 - Foro competente
Per ogni controversia che dovesse insorgere sarà competente il Foro di Torino.
IN ALLEGATO: il logo del marchio "Produzione Piemontese" (diversi formati in grandezza).

Torna ai contenuti | Torna al menu